Il certificato anagrafico è un documento che attesta una serie di informazioni attinenti allo status o all’anagrafica di un cittadino: anagrafico di nascita, stato di famiglia, cittadinanza, stato civile, residenza,ecc…
L’ufficio preposto al rilascio del certificato anagrafico è l’ufficio anagrafe del Comune. La durata della validità del certificato anagrafico è di tre mesi, calcolati dalla data di rilascio. È tuttavia possibile, in specifici casi, estenderne la validità attraverso modalità paragonabili, anche negli effetti, all’autocertificazione. Ciò avviene quando l’intestatario dichiari che i dati contenuti nel certificato non siano, nel frattempo, cambiati. Il tutto apponendo la firma in calce al documento.
Il certificato anagrafico digitale è il documento rilasciato dal sistema informatico dell’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente ed è reso valido dal codice QR del timbro digitale e dal codice QR del protocollo ANPR.
Fino al 2018 i certificati anagrafici venivano emessi dalle amministrazioni comunali solo in sede e per soggetti residenti nel comune. Con l’istituzione dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) i dati confluiscono in una unica banca dati nazionale.

Tutti i comuni italiani hanno aderito all’Anagrafe Nazionale.

Ciascun comune può rilasciare certificati anagrafici per tutti i cittadini italiani residenti sul territorio italiano oppure all’estero (iscritti AIRE).

Richiedi certificato anagrafico

Informazioni per tutti i Certificati Anagrafici Online (digitale)

codice QR del timbro digitale

Un documento elettronico (quale un certificato), se firmato solo digitalmente, rimane valido finché resta in formato elettronico. Una volta stampato esso perde di valore. Il “Timbro Digitale” è l’unica soluzione tecnologica che permetta di estendere la validità giuridica di un documento informatico firmato digitalmente, conservandone le caratteristiche di autenticità, integrità e non ripudio, anche quando tale documento venisse stampato su carta. Il timbro digitale è quindi un “Codice QR”, che contiene in forma crittografata tutte le informazioni sul certificato (riferimenti temporali sulla data di creazione del documento ed estremi della firma digitale).

il certificato prosegue poi con indicazioni diverse

codice QR del protocollo ANPR (Anagrafe Nazionale Popolazione Residente)

ANPR rende disponibili certificati anagrafici secondo le modalità stabilite dal decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 (CAD). Su ogni pagina è presente un contrassegno digitale che permette di verificare la provenienza e la rispondenza dei dati contenuti nel certificato con quanto risulta in ANPR.

certificato esente da bollo (marca da € 16,00)

Per i seguenti usi NON è richiesta la marca da bollo: PROCESSUALE (certificati da produrre nel procedimento); SEPARAZIONE/DIVORZIO; ADOZIONE, AFFIDAMENTO, TUTELA MINORI; C.T.U. nominato dal Tribunale o dal Pubblico ministero; CURATORE FALLIMENTARE; INTERDIZIONE, INABILITAZIONE, AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO; ONLUS; SOCIETA' SPORTIVE; VARIAZIONE TOPONOMASTICA STRADALE e NUMERAZIONE CIVICA; PENSIONE ESTERA. Sarà cura del richiedente verificare se rientra in un caso di esenzione.

certificato con marca da bollo € 16,00

In tutti gli altri casi in cui è richiesta la marca da bollo il certificato riporta il codice identificativo della marca o numero seriale. La marca da bollo deve essere apposta sul certificato lo stesso giorno di emissione del certificato. La marca può essere acquistata dal cliente che riceverà quindi un certificato predisposto per l'apposizione del bollo, oppure acquistata dal nostro servizio completo di acquisto marca + apposizione marca + invio certificato.

il certificato termina con la firma del sindaco che rilascia il documento